Le elezioni regionali in Basilicata hanno preso il via oggi, con l’attesa serrata di chi sarà il prossimo governatore della regione. Queste elezioni, che si protrarranno fino a domani, vedono tre candidati in lizza: il governatore uscente Vito Bardi per il centrodestra, Piero Marrese per il centrosinistra (con inclusione del M5S) ed Eustachio Follia, candidato di Volt.

Si vota oggi fino alle 23:00 e domani, lunedì 22 aprile,  dalle 7:00 alle 15:00.

La competizione si svolge in un contesto di intensa attività politica e di partecipazione degli elettori, con la sfida principale rappresentata dalla sfida tra le città di Potenza e Matera. Questa rivalità, secolare e profonda, ha dato vita a una sorta di derby politico che va oltre le affiliazioni di partito.

Follia

Le elezioni si svolgono con un sistema a turno unico, senza ballottaggi, e con la possibilità di esprimere una preferenza per il presidente e per due consiglieri. Non è consentito il voto disgiunto, il che rende cruciale l’attenzione alla scelta della lista.

I tre candidati incarnano diverse prospettive politiche e geografiche: Vito Bardi rappresenta il centrodestra, Piero Marrese il centrosinistra con il supporto di vari partiti, mentre Eustachio Follia porta avanti la proposta di Volt.

Bardi

Il risultato di queste elezioni avrà inevitabili ripercussioni sulla stabilità dei rapporti interni ai vari schieramenti politici, specialmente nel centrodestra e nel centrosinistra. Inoltre, il confronto tra Potenza e Matera è destinato a influenzare le dinamiche politiche regionali nei prossimi anni.

Marrese

Il voto si svolge in 682 sezioni, coinvolgendo oltre mezzo milione di elettori. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura dei seggi e i risultati definitivi dovrebbero essere annunciati entro la tarda notte di domani. La Basilicata, con le sue particolari sfide e opportunità, si trova dunque al centro dell’attenzione politica nazionale in queste elezioni regionali.