epa03683945 Italian Prime Minister Enrico Letta holds a press conference with French President Francois Hollande (not seen) after their meeting at the Elysee Palace, in Paris, France, 01 May 2013. EPA/YOAN VALAT

Carlo Calenda e Matteo Renzi hanno escluso la volontà di fare alleanze politiche con il Nazareno dopo il voto. Ma anche Enrico Letta non ne ha mai parlato ed anzi ha attaccato i centristi a Palermo dicendo: “Mi sembra che sia chiaro ormai: il Terzo polo guarda a destra”. Letta lo ha detto riprendendo le parole del leader di Azione che aveva spiegato: “L’alleanza con Pd non la farò: sennò l’avrei fatta prima. Un governo di larga coalizione, questo voglio fare. Serve un governo di Alleanza comune, mi auguro anche con la Meloni”.
Poi ha chiarito: l’obiettivo è “un governo di unità nazionale possibilmente guidato da Mario Draghi”, ma “non c’è spazio per un governo politico con sovranisti e populisti”. Per Calenda se ci sarà un’alleanza non sarà per affinità elettive, ma per necessità e con Draghi premier. Letta, però, riprende quella frase sulla Meloni e dice: “Chi vuole battere la destra  ha un solo voto utile, quello per il centrosinistra. Tutti gli altri sono voti che in un modo o nell’altro aiutano le destre”. Ma Calenda ha chiuso affermando: “Enrico Letta⁩ sei una specie di disco rotto”.