Le autorità statunitensi hanno immediatamente rilevato l’implosione del sottomarino Titan, causando la morte istantanea di cinque persone. Si scopre ora che il design del Titan e il materiale utilizzato per la sua struttura portante non erano adeguati, e sono emerse gravi carenze nei controlli di sicurezza.

Dopo la tragedia, le polemiche si sono scatenate, cercando di comprendere come il sogno dell’equipaggio del Titan si sia trasformato in un incubo mortale. Prima del fatidico viaggio al relitto, l’azienda OceanGate era già stata pesantemente criticata per il suo sottomarino sperimentale Titan, che presentava uno scafo in fibra di carbonio. Questo materiale, relativamente poco testato nelle profondità marine, era considerato estremamente rischioso dagli esperti. La fibra di carbonio tende a deformarsi, e anche una piccola crepa può causare danni catastrofici. Probabilmente è ciò che è accaduto al Titan, che ha ceduto sotto una pressione 400 volte superiore a quella della superficie.

La figura principale delle critiche è Stockton Rush, il CEO della società, deceduto nell’implosione. L’accusa mossa dal regista esperto di esplorazioni James Cameron è che Rush abbia “usato scorciatoie” e evitato le certificazioni di sicurezza, sapendo che non le avrebbe superate. Nel corso degli anni, Rush stesso aveva ammesso di aver eluso le norme di sicurezza per spingere l’innovazione.

Le ricerche da parte della Guardia Costiera statunitense continuano per recuperare il materiale e determinare i dettagli dell’incidente. L’ipotesi più plausibile è che il sottomarino sia imploso poco dopo aver perso i contatti con la superficie. Un sistema di rilevamento segreto utilizzato per individuare sommergibili nemici ha rilevato rumori coerenti con un’esplosione nella zona del Titanic, il giorno della scomparsa. Tuttavia, le ricerche sono state condotte per quattro giorni, poiché non c’era la certezza che il sottomarino disperso fosse proprio il Titan. Inoltre, per ragioni di sicurezza nazionale, la Marina degli Stati Uniti era riluttante a divulgare il proprio sistema segreto. Solo dopo la scoperta di rottami e detriti vicino al Titanic, è diventato evidente che il Titan era imploso con una tale forza che i cinque passeggeri non hanno avuto nemmeno il tempo di rendersi conto di ciò che stava accadendo.

Attualmente, le autorità stanno cercando i resti del sottomarino per le indagini richieste dalle famiglie delle vittime, anche se le probabilità di recuperare i corpi sono scarse. Gli esperti ritengono che siano stati letteralmente inceneriti dall’implosione.