La leader di Fdi, Giorgia Meloni continua a lavorare per essere pronta a presentare la sua squadra, puntando a chiudere entro il 20 ottobre. Tra 18 giorni si riunirà il Consiglio europeo e se Meloni avrà la squadra pronta, potrebbe forse fare in tempo a giurare per portare il dossier energia personalmente a Bruxelles, partecipando al vertice da premier accanto agli altri leader internazionali.Del resto il caro energia è l’emergenza più sentita. In quest’ambito continuano i colloquio con Mario Draghi, per valutare insieme all’esecutivo uscente tutte le strade possibili in vista del quarto probabile decreto Aiuti, in grado di sostenere famiglie e imprese contro la stangata d’autunno. Tra le ipotesi circolate in ambienti parlamentari ci sarebbe l’aumento della base Isee per i bonus o le aliquote del credito di imposta, che però assottiglierebbero non poco il ‘tesoretto’ di 10 miliardi a disposizione per i nuovi sostegni. Il governo Draghi starebbe, nel frattempo, definendo tutti i dossier ancora aperti e quelli in chiusura, così da garantire una transizione ordinata e lineare a chi verrà dopo.