Leader of 'Forza Italia' party Silvio Berlusconi arrives for a meeting with Italian President Sergio Mattarella for the first round of formal political consultations for new governmentÃ?? at the Quirinale PalaceÃ?? in Rome, Italy, 21 October 2022. ANSA/FABIO FRUSTACI

I cinque figli di Silvio Berlusconi hanno deciso di mettere in vendita parte delle numerose proprietà immobiliari dell’ex premier, scomparso lo scorso giugno. E’ stato dato un mandato di vendita, coinvolgendo proprietà come Villa Gernetto, vicino a Lesmo in Brianza, di proprietà di Fininvest, e la rinomata Villa Certosa in Costa Smeralda, stimata tra i 250 e 300 milioni di euro e di proprietà di Idra.

Nonostante l’affetto per alcune proprietà, come Villa San Martino ad Arcore, ora è necessario organizzare l’eredità, specialmente l’enorme patrimonio immobiliare costruito da Berlusconi nel corso degli anni, in particolare nel settore immobiliare, incluso il progetto di Milano 2.

La stima del valore complessivo si aggira tra i 700 e 800 milioni di euro, e l’ipotesi è che gli immobili vengano venduti per poi dividere il ricavato tra i cinque figli, anziché distribuire prima gli edifici e i terreni.

Tra le proprietà coinvolte ci sono anche Villa Gernetto, Palazzo di via Paleocapa a Milano, terreni di Costa Turchese vicino a Olbia, Villa Campari a Lesa, oltre a proprietà in Antigua, Lampedusa e oltre cento appartamenti a Milano. Sarebbero in vendita anche le due principali barche di Silvio Berlusconi, Morning Glory e Sweet Dragon. La decisione di vendere parte dell’eredità segue l’impegno a mettere ordine nell’eredità dell’ex premier italiano.