A giugno, il tasso d’inflazione nell’Eurozona si è attestato al 2,5%, in lieve calo rispetto al 2,6% di maggio, secondo la stima flash di Eurostat. Il tasso di disoccupazione nell’Eurozona è rimasto stabile al 6,4% a maggio, lo stesso livello di aprile, e leggermente inferiore al 6,5% di maggio 2023. Nell’insieme dei 27 Paesi dell’UE, la disoccupazione è rimasta invariata al 6%.

La disoccupazione giovanile nell’Eurozona è rimasta al 14,2%, mentre nei 27 Paesi dell’UE è scesa dal 14,5% al 14,4%. In Italia, il tasso di disoccupazione tra gli under 25 è salito al 20,5% a maggio, rispetto al 20,4% di aprile e al 20,3% di marzo.

Istat: Leggera Diminuzione dell’Occupazione a Maggio
Secondo l’Istat, a maggio l’occupazione ha registrato un calo dello 0,1% (-17mila unità) rispetto al mese precedente, interrompendo tre mesi di crescita. Su base annua, il numero di occupati è aumentato del 2,0% (+462mila unità). Il tasso di occupazione è sceso al 62,2%.

Il tasso di disoccupazione è rimasto stabile al 6,8%, mentre quello giovanile è salito al 20,5%. Il tasso di inattività è aumentato al 33,1%.

Aumento della Pressione Fiscale e Miglioramento del Deficit
Nel primo trimestre del 2024, la pressione fiscale in Italia è aumentata al 37,1%, rispetto al 36,3% dello stesso periodo dell’anno precedente. L’indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche in rapporto al PIL è migliorato, passando dal -11,6% al -8,8%. Il saldo primario è risultato negativo, con un’incidenza sul PIL del -5,3%.

Crescita del Potere d’Acquisto delle Famiglie
Nel primo trimestre del 2024, il potere d’acquisto delle famiglie italiane è aumentato del 3,3% rispetto al trimestre precedente, nonostante un leggero aumento dei prezzi al consumo (+0,2%). La propensione al risparmio è cresciuta di 2,6 punti percentuali, attestandosi al 9,5%. Il reddito disponibile delle famiglie è aumentato del 3,5%, mentre la spesa per consumi finali è cresciuta dello 0,5%.

Le società non-finanziarie hanno registrato una diminuzione della quota di profitto, scesa al 42,7%, mentre il tasso di investimento è aumentato al 20,5%.