ROMA – Degustazioni enogastronomiche, convegni, Agripub e Agripicnic per degustare i piatti realizzati dai cuochi contadini di Campagna Amica in uno scenario suggestivo e poi ancora un’Agrispa con i rimedi antichi di bellezza, oltre ad “Oleoteche” e “Vinoteche”, per assaggiare i pregiati oli e vini prodotti dalle aziende laziali. Tutto questo e molto altro al “Villaggio Coldiretti”, che sarà allestito da Coldiretti Lazio ai Pratoni del Vivaro per il FEI World Championships 2022, i campionati mondiali di completo e attacchi.

Il prestigioso evento equestre che si svolgerà a Rocca di Papa dal 15 al 18 e dal 22 al 25 settembre con la collaborazione di Coldiretti Lazio, è stato presentato ufficialmente questa mattina nel salone d’Onore del CONI alla presenza del Presidente della Federazione Italiana Sport Equestri, Marco Di Paola, del Presidente del Comitato Olimpico Nazionale Italiano, Giovanni Malagò e del Presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, ma anche dell’Assessore al Turismo Grandi Eventi e Sport Roma Capitale, Alessandro Onorato, della Consigliera Città Metropolitana, Alessia Pieretti e della Sindaca di Rocca di Papa, Veronica Cimino. Presente anche il nostro presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri.

Tra i protagonisti del “Villaggio Coldiretti” anche Donne Impresa con laboratori e orti didattici, insieme a Giovani Impresa, che cureranno il “Borgo Coldiretti”, uno spazio dedicato ai giochi popolari e ai laboratori. Proprio qui si svolgerà le premiazioni degli Oscar Green, il concorso di idee che ogni anno premia i giovani che si sono distinti per idee innovative messe al servizio dell’agricoltura.

“Abbiamo colto l’occasione di rappresentare il connubio tra sport e alimentazione, attraverso la valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche prodotte dalle nostre aziende – spiega il presidente di Coldiretti Lazio, David Granieri – e poterlo fare in occasione di un evento così prestigioso nell’ambito di un contesto internazionale, è per noi motivo di grande orgoglio”.

Al Villaggio Coldiretti sarà possibile assaggiare i prodotti tipici del Lazio in un’atmosfera totalmente immersa nel verde, seduti ai tavoli, distesi sulle amache o su grandi cuscini sui prati. Dai vini prodotti dall’azienda agricola “L’Oro delle Donne”, dalla “Tenuta Casciani”, dalla “Fattoria Madonna delle Macchie” e da “DS Bio” di Danilo Scenna, con il coinvolgimento di Onav, l’Organizzazione Nazionale Assaggiatori Vino, fino all’olio, con la possibilità di imparare a conoscere e riconoscere l’olio Evo di qualità del Lazio, grazie alle indicazioni di Evoschool di Unaprol, il Consorzio Olivicolo Italiano.

Sempre immersi in uno scenario meraviglioso sarà possibile assaggiare salumi e formaggi della “Fattoria Lepini” o il tradizionale “Cacio Fiore di Columella” dell’Azienda Agricola “Pitzalis”, la frutta secca e le gustose creme dell’Azienda Mecarelli o il miele, i sughi e le spezie di “Sapore di Svolta”.

E ancora le carni dell’azienda Placidi o le imperdibili confetture, succhi e nettari dell’azienda “Reda”, ma anche i prodotti dall’azienda “Le Faeta” come pane e pizza e i legumi tradizionali della Tuscia prodotti dall’azienda agricola “Il Cerqueto”. Non mancheranno i cocktail e le macedonie dell’azienda agricola “La Fonte” di Luca Mattozzi e i gelati della fattoria “La Frisona” o la birra artigianale della società “Alta Quota”. Spazio anche alla bellezza con i cosmetici bio realizzati dall’azienda “Bio Helix Tuscia”.