LATINA – Come dichiarato più volte in sede pubblica e a mezzo stampa, il 28 settembre i consiglieri di Fratelli d’Italia procederanno con le azioni volte a sfiduciare Coletta. Questa è la linea politica stabilità dal coordinamento comunale del nostro partito, in accordo con il coordinatore provinciale Nicola Calandrini e con il vice coordinatore regionale Enrico Tiero.
“Abbiamo ribadito più volte – spiegano i dirigenti di Fratelli d’Italia – la ferma intenzione di sfiduciare un sindaco che non ha né la maggioranza in Consiglio Comunale né la maggioranza dei cittadini; lo ha ampiamente dimostrato il risultato elettorale maturato il 4 settembre scorso.
Per questo motivo mercoledì 28 settembre, durante il primo consiglio comunale, dopo la proclamazione dei consiglieri e il giuramento del Sindaco, i consiglieri di Fratelli d’Italia abbandoneranno l’aula e procederanno con le operazioni per la sfiducia”
“Latina deve riprendersi il ruolo che le compete: quello di trainare, attraverso la progettualità e la buona amministrazione, tutto il territorio verso un periodo fatto di sviluppo e di crescita. Può farlo soltanto riprendendo la consapevolezza delle proprie potenzialità, abbandonando la politica del sospetto e abbracciando invece quella del coraggio – conclude Daniela Vivolo, vice coordinatore comunale di Fratelli d’Italia Latina – ed è evidente che questo non può accadere con una amministrazione firmata Coletta”