La cerimonia funebre per Alexei Navalny si terrà venerdì nella chiesa dell’Icona della Madre di Dio a Maryeno, nel sud-est di Mosca, e il suo corpo sarà sepolto nel cimitero di Borisovskoe, secondo quanto annunciato dalla sua portavoce, Kira Yarmysh. Questo avviene dopo che Yulia Navalnaya, la vedova di Navalny, ha parlato alla Plenaria dell’Eurocamera, invitata dalla presidente Roberta Mestsola, a tre anni dall’assegnazione del premio Sacharov 2021 a suo marito.

Navalnaya ha raccontato le difficoltà incontrate dopo la morte di Alexei e ha espresso la sua determinazione nel portare avanti il sogno del marito per una Russia migliore. Ha accusato direttamente il presidente russo Putin per la morte di Navalny, descrivendolo come il capo di una banda criminale organizzata e chiedendo azioni concrete da parte dell’Europa per contrastarlo.

Ha esortato l’Europarlamento a non essere passivo nella lotta contro Putin e ha sottolineato l’importanza della creatività e dell’immaginazione nella politica, citando l’esempio di Navalny nel diventare una figura influente nonostante le restrizioni imposte dal regime.

Il suo discorso ha suscitato un lungo applauso da parte degli eurodeputati, evidenziando il sostegno e l’attenzione internazionale per la causa di Navalny e per la situazione politica in Russia.