epa09416913 US President Joe Biden delivers remarks on Afghanistan, in the East Room of The White House in Washington, DC , USA, 16 August 2021. EPA/Oliver Contreras / POOL

E’ atterrato poco dopo le 2.30 all’aeroporto romano di Fiumicino l’aereo del presidente degli Usa, Joe Biden per prendere parte al vertice del G20,  il primo incontro di persona dall’inizio della pandemia,  prima di dirigersi a Glasgow per il vertice sul clima COP26.

Biden e la first lady Jill saranno ricevuti oggi dal Papa, poi Biden avrà bilaterali con il premier Mario Draghi, col presidente della repubblica Sergio Mattarella e con il presidente francese Emmanuel Macron.

“La prossima settimana si gioca non solo la mia presidenza, ma anche la maggioranza in Congresso e l’eredità di Lyndon Johnson e Franklin Delano Roosevelt” – ha detto Joe Biden. L’annuncio del nuovo pacchetto di misure arriva in extremis, a pochi minuti dalla partenza.  Una posizione che non solo tiene Biden sulle spine, ma che alza ulteriormente la tensione tra i democratici, con l’ala liberal che mal digerisce un piano definito “storico” dal presidente ma di fatto dimezzato rispetto alla prima ambiziosissima stesura.
Ma Biden ribatte: “L’agenda contenuta in questo piano è ciò per cui 81 milioni di americani hanno votato, e le loro voci vanno ascoltate, non possono essere ignorate. Qui non si tratta di destra o di sinistra – ha insistito – ma di ripristinare la competitività del nostro Paese affinché possa tornare a guidare il mondo. Non possiamo permettere che il mondo ci passi avanti”.