L’agenzia di rating Standard&Poor’s stima che “la bolletta energetica dell’Europa supererà i suoi livelli pre-pandemia di ben oltre mille miliardi di euro” a causa della stretta alle esportazioni di gas russo.

In un report dell’agenzia di rating sulle utilities europee si legge “Gli alti prezzi aggraveranno la questione su chi debba sopportare questo massiccio fardello finanziario”. La chiusura della Nord Stream che Standard&Poor’s  considera permanente aggiunge pressione sulle aziende energetiche in relazione ai prezzi, alle forniture di gas ed energia elettrica e alla loro liquidità.