Per dare il via a un’attività imprenditoriale occorrono molte risorse economiche, che spesso non si possiedono. Per ovviare a questo problema, esistono vari incentivi, come il progetto “Resto al Sud”, nato nel 2017, che ha permesso a molti giovani del meridione di poter usufruire di questi fondi per le nuove imprese, per fronteggiare le onerose spese iniziali.

Gli incentivi imprese 2023 offrono a tutti coloro che desiderano mettere in gioco le proprie capacità, la possibilità di ricevere interessanti finanziamenti. Il fine è quello di sostenere le spese per l’acquisto di macchinari ed attrezzature o di altro tipo per cominciare la propria attività.

Regioni destinatarie degli incentivi imprese 2023

Gli incentivi per le imprese del 2023 messi a disposizione delle attività imprenditoriali del sud Italia sono destinati alle seguenti regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Campania, Puglia, Sicilia e Sardegna.

Il progetto intende favorire le attività economiche delle zone del cratere sismico del centro Italia, colpite dal terremoto del 2016 e del 2017. Rientrano nel finanziamento anche le isole minori marine di Campo nell’Elba, Capoliveri, Capraia, Giglio, Marciana, Marciana Marina, Porto Azzurro, Ponza, Portoferraio, Rio, Portovenere e Ventotene, e le isole lagunari e lacustri della laguna Veneta, della Laguna di Grado, le isole del lago d’Iseo, del lago di Garda, del lago di Como e poi isola d’Orta, le isole del lago Trasimeno e le isole Borromee.

Requisiti per ricevere gli incentivi imprese 2023

Requisito essenziale per beneficiare degli incentivi per le imprese 2023 è quello di aver avviato un’impresa individuale o societaria dopo la data del 21 giugno 2017 e che il richiedente sia intestatario della sola attività economica per la quale intende avvalersi dell’incentivo. Per ottenere i fondi previsti dal progetto “Resto al Sud”, è anche necessario avere la residenza in una delle regioni beneficiarie dell’iniziativa.

Tutti coloro che hanno un’età compresa tra i 18 e i 55 anni e intendono iniziare un’attività economica, o necessitano di incentivi a favore di quella già esistente, possono approfittare dei finanziamenti previsti dal progetto “Resto al Sud”.

Beneficiari degli incentivi imprese 2023

Gli incentivi per le imprese del 2023 sono destinati alla nascita e lo sviluppo dell’imprenditoria e della libera professione del Mezzogiorno e sono previsti fino a 1 miliardo e 250 milioni di euro.

Per avvalersi dei contributi economici “Resto al Sud” 2023, gli interessati devono possedere le seguenti caratteristiche:

  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 55 anni;
  • Essere residenti nei territori indicati;
  • Essersi trasferiti nel territorio che rientra nel beneficio entro 60 giorni (120 giorni per i residenti all’estero) dall’accoglimento della domanda di finanziamento;
  • Non instaurare nessun rapporto di lavoro a tempo indeterminato per tutta la durata del finanziamento;
  • Alla data del 21 giugno 2017, non essere titolari di altra attività imprenditoriale;
  • Nel caso di liberi professionisti, non possedere partita IVA, nei 12 mesi precedenti alla presentazione della domanda;
  • Negli ultimi 3 anni, non aver ricevuto nessun altro incentivo nazionale per lo stesso motivo;

Per aderire al progetto non vi è una scadenza, ma poiché i beneficiari ne possono usufruire fino ad esaurimento dei fondi, è bene non aspettare troppo. Ad oggi sono stati finanziati più di 15 mila progetti.