Roma, 25 feb. (askanews) - "La Presidenza del Consiglio smentisce le notizie che stanno circolando in queste ore su una presunta chiusura, per decisione del Presidente Conte, di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Le decisioni e le misure adottate dal governo vengono comunicate esclusivamente attraverso i canali e le fonti ufficiali, alle quali si prega di far riferimento". E' quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi.

Sale la tensione sul nodo pensioni. Sul tavolo alcune problematiche: manca il punto di caduta sul dopo Quota 100, manca uno schema definito per il taglio delle tasse ed intanto si discute sulle modifiche da apportare a reddito di cittadinanza e superbonus. Inoltre, il M5S insiste sul cashback e chiede al premier Mario Draghi di “rispettare gli impegni” e riattivarlo, eventualmente rivisto e corretto.

Il premier  ieri pomeriggio ha fatto il punto con il sottosegretario Roberto Garofoli su tutti i dossier aperti per poi incontrare Matteo Salvini, accompagnato dal suo responsabile Lavoro, Claudio Durigon e dal sottosegretario leghista Federico Freni. Il leader della Lega ha illustrato al premier “le sue proposte per rilanciare il Paese e difendere lavoro e pensioni”e sulle pensioni, la posizione precisa: evitare il ritorno alla Fornero.  Anche Pd e M5S concordano sulla necessità di ammorbidire lo scalone di 5 anni che scatterebbe da gennaio ma la ricetta è completamente diversa dagli alleati di governo della Lega.

Draghi incontrerà oggi, 26 ottobre, anche i sindacati, che da giorni chiedono di essere convocati. Intanto prende quota l’idea lanciata dall’Ance per estendere la proroga al 2023 del Superbonus a immobili unifamiliari, ville e villette. La proposta troverebbe il favore del Movimento 5 Stelle che è pronto ad accogliere modifiche al Reddito di cittadinanza.