Nuove regole per il controllo del Green pass in vista di venerdì, q.uando scatterà l’obbligo della certificazione verde per entrare negli uffici sia pubblici che privati. Si terranno controlli con la App, quotidiani e a rotazione in modo da coinvolgere tutto il personale.Inoltre niente contribuiti e ferie oltre allo stipendio per chi non ha il certificato verde e risulta assente. Scatta anche il divieto per le aziende di conservare il Qr code dei dipendenti, che arriverà anche per chi è esentato per motivi di salute dal vaccino. Si terranno anche verifiche anticipate non oltre le 48 ore in caso si debbano organizzare turni di lavoro e possibilità per chi si è immunizzato all’estero con i vaccini autorizzati di avere la certificazione.

Ieri il premier Draghi ha firmato due Dpcm che integrano il decreto che ha introdotto l’obbligatorietà e definiscono le regole con le quali milioni di italiani conviveranno da venerdì. Il primo dpcm, su proposta dei ministri della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta e della Salute Roberto Speranza, riguarda le linee guida relative all’obbligo della certificazione nella pubblica amministrazione; il secondo, su proposta del ministro dell’Economia Daniele Franco, di quello dell’innovazione tecnologica Vittorio Colao e dello stesso Speranza, introduce una serie di strumenti informatici che consentiranno una verifica automatizzata del possesso delle certificazioni. Ci sono poi due circolari del Viminale sulla possibilità per le aziende portuali di offrire gratis i tamponi ai propri dipendenti.