Prende il via oggi l’obbligo del super green pass anti-Covid per gli over 50 sul luogo di lavoro. Nel frattempo la curva dei casi scende del 30% a settimana e calano anche le terapie intensive.

“L’obbligo del green pass rafforzato per gli over50 per accedere ai luoghi di lavoro è una  scelta che abbiamo condiviso in pieno, dato che da parte nostra si è sempre sostenuto la necessità di introdurre l’obbligo del vaccino anti Covid, soprattutto per determinate categorie o fasce di età”. Lo ha detto il presidente della Liguria Giovanni Toti, che ha aggiunto: “In Liguria a oggi risultano circa 68mila over 50 non vaccinati. Ovviamente solo una parte di questi è in età lavorativa e tra questi c’è chi ha contratto il Covid ed è guarito ed è quindi in possesso del green pass rafforzato da guarigione, e una parte esentata dal vaccino per motivi di salute”.

Fino al 28 febbraio nelle scuole statali e paritarie saranno distribuite gratuitamente le mascherine Ffp2 ad alunni e docenti che dovranno sottoporsi ad auto sorveglianza. Gli studenti che dovranno fare auto sorveglianza potranno essere sottoposti a test gratuitamente. Il 31 marzo infine scade lo stato d’emergenza in vigore da oltre due anni, al quale sono legate tutta una serie di norme tra le quali quelle sullo smart working. L’orientamento è di non prorogarlo. Se resterà o meno il green pass dopo questa data è tutto da vedere, anche se pare che sia probabile che sarà prorogato fino al 15 giugno, data in cui per gli over 50 termina l’obbligo del vaccino.