Scatta oggi l’obbligo di avere il green pass rafforzato per accedere a bar, ristoranti, alberghi, piscine, ma anche sui bus, treni, aerei e navi. Intanto sono previsti disagi sui trasporti con Trenitalia che ha comunicato la cancellazione di 180 treni regionali a partire da oggi, per un totale di 550 corse, a causa della diffusione dei contagi Omicron. Quindi, da oggi, 10 gennaio, il certificato verde rafforzato sarà obbligatorio ovunque, tranne che nei negozi e per i servizi essenziali. Parte dunque la stretta sui non vaccinati, decisa con l’ultimo decreto: sarà obbligatorio il Super Green pass per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, mangiare nei locali all’aperto (oltre che in quelli al chiuso, come già previsto), per entrare in alberghi, andare a fiere, impianti sci e tanti altri luoghi di socialità e svago. Sempre da oggi, la dose booster potrà essere fatta dopo i 4 mesi dall’ultima somministrazione vaccinale anziché dopo 5 mesi. Questi tempi, comunque, non sono obbligatori. A Roma sono iniziati da stamani i controlli sul super Green Pass  con gli agenti della polizia locale, che hanno avviato le verifiche ai capolinea dei bus come pure nei bar e per ora non registrano alcuna criticità. In campo anche il personale Atac che insieme ai vigili controlla biglietti, pass rafforzato e uso della mascherina Ffp2. Controlli rafforzarti anche all’aeroporto di Fiumicino come negli altri scali italiani. Da oggi, infatti, scatta l’obbligo del “Green Pass rafforzato” (che si ottiene solo a seguito di vaccinazione o guarigione, o di certificati equivalenti così come stabilito dal DL dello scorso 30 dicembre), ad eccezione dei minori di età inferiore ai 12 anni e dei soggetti esenti dalla campagna vaccinale sulla base di idonea certificazione medica. Con un documento pubblicato sul proprio sito ufficiale, la società di gestione Aeroporti di Roma informa i viaggiatori sulle nuove procedure per partenze e arrivi, che resteranno in vigore da oggi fino alla cessazione dello stato di emergenza. L’obbligo del Super Green Pass non si applica ai servizi di trasporto aereo internazionale. Da oggi il Super Green pass è diventato necessario anche per attraversare lo Stretto di Messina, mentre il governo ha fatto poche ore fa una deroga per le isole minori (in Sicilia quindi Ustica, Pelagie, Egadi, Pantelleria ed Eolie) prevedendo per tutti coloro che si devono spostare solo per motivi di studio e lavoro il possesso del Green pass base che si ottiene con un tampone. Intanto salgono a 15 le regioni in zona gialla con il passaggio di colore di Toscana, Emilia Romagna, Abruzzo e Valle d’Aosta, mentre la Lombardia  rischia a breve di finire in arancione. E’ attesa per questo pomeriggio alle ore 18 la conferenza nel corso della quale il premier Mario Draghi illustrerà, con i ministri Roberto Speranza e Patrizio Bianchi, gli ultimi provvedimenti.