I datori di lavoro, sia pubblici sia privati, potranno chiedere in anticipo la verifica del green pass in base alle esigenze organizzative, come per esempio le  attività su turni. Dal testo finale del Dpcm con le linee guida sulle verifiche del green pass sul lavoro, pubblicato sul sito di Palazzo Chigi, salta la previsione del limite di 48 ore di anticipo entro cui chiedere la verifica del certificato.