VITERBO –  Onda, l’Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in occasione della Giornata mondiale della salute mentale (10 ottobre 2022), coinvolge gli ospedali con i Bollini rosa, tra questi Belcolle, e i presidi dedicati alla salute mentale con un H-Open per offrire servizi gratuiti clinico-diagnostici e informativi alla popolazione. Obiettivo di questa iniziativa giunta alla sua 9a edizione è sensibilizzare la popolazione sull’importanza della diagnosi precoce e favorire l’accesso alle cure, aiutando a superare pregiudizi, stigma e paure legati alle malattie psichiche.

La Asl di Viterbo, attraverso il Dipartimento di salute mentale diretto da Cristiana Morera, aderisce all’iniziativa mettendo a disposizione, per tutta la giornata di lunedì 10 ottobre, i suoi professionisti nei centri di salute mentale di Montefiascone, Tarquinia, Viterbo, Civita Castellana, Vetralla e all’Spdc dell’ospedale di Belcolle per fornire ogni informazione necessaria sulle modalità di funzionamento del Dsm, sulle sedi, sulle modalità di accesso, sulle prestazioni erogabili, sulle principali attività, sulle principali linee di prevenzione per la salute mentale, con particolare riguardo alla prevenzione del disagio psichico giovanile

La pandemia Covid-19 – questo è l’obiettivo di Fondazione Onda – ha portato a un aumento dei disturbi psichici, in particolare ansia, depressione, disturbi del sonno, panici, post-traumatici da stress e del comportamento alimentare. Questi disturbi impattano negativamente sulla qualità e sulla quantità di vita, investendone tutti gli ambiti: personale, affettivo-familiare, socio-relazionale e lavorativo. Portano spesso a isolamento e solitudine. Per questo è importante intervenire il prima possibile: chiedere aiuto rappresenta il primo fondamentale passo per affrontare il problema. I disturbi psichici sono curabili, non tutti sono guaribili. E là dove non sia ottenibile la guarigione, possono essere adottati interventi efficaci in grado di ridurre l’intensità, la durata dei sintomi e le conseguenze”.

La Asl di Viterbo partecipa alla iniziativa targata Fondazione Onda, l’osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere, in quanto l’ospedale Belcolle di Viterbo, insieme ad altri 106 ospedali dislocati in tutta Italia, anche per il prossimo biennio ha ottenuto il massimo riconoscimento dei tre bollini rosa.