Il cancelliere popolare austriaco Sebastian Kurz annuncia le dimissioni dopo lo scandalo corruzione che lo ha travolto, dicendo: “Ho proposto al presidente Alexander Van der Bellen il ministero degli Esteri Alexander Schallenberg come mio successore.

Sarebbe irresponsabile lasciare il nostro Paese nel caos e nello stallo, sarebbe anche irresponsabile l’esperimento di una coalizione a quattro che dipenderebbe dalle grazie dei Freiheitlichen di Herbert Kickl. Pongo l’interesse del Paese davanti al mio”. Kurz ha anche  annunciato che resterà in parlamento come capogruppo e leader del partito popolare Oevp precisando: “Le accuse sono false e lo dimostrerò”