IL BORSINO DELLA POLITICA SETTIMANA 1-8 APRILE

Virgilia Raggi – il sindaco galleggia, litiga, si difende. Ma non incanta più – Sopravvissuta – giù

Nicola Zingaretti – il governatore è tornato, e parla a raffica. Ma sono solo slogan – Deludente – giù

Gerarda Pantalone – Il prefetto di Roma cerca di mantenere ordine e disciplina.  Una fatica… –  Decisa – su

Esterino Montino – Indomabile sindaco di Fiumicino ha ancora l’energia per combattere – positivo – su

Leslie Capone – Assessore del Municipio VIII riapre il mercato  all’aperto– coraggioso – su

Giulio Anticoli – Lucido e propositivo . Il presidente di Roma Produttiva continua la sua battaglia – tenace – su

Claudio Pica – il leader degli esercen ti non si arrende e cerca di strappare promesse al Campidoglio – inaffondabile – su

Monica Lozzi – la presidente del VII Municipio si dà molto da fare in questa situazione di emergenza- Positi va- su

Stefano Zaghis – L’ad dell’Ama fa correre i suoi uomini come non era mai accaduto. Perché non lo ha fatto prima? – Incognita – giù

Mario Torelli – delegato del sindaco per il Municipio XI, deve restare al comando perché non si riesce a votare. Forse in autunno? – Rassegnato – giù

Stefano Fiori – presidente di Unindustria turismo ha richieste precise per Campidoglio e Regione – positivo – su

Giampaolo Letta –  L’Ad di Medusa lancia l’allarme. Il cinema sarà l’ultimo a risollevarsi – preoccupato – su

Alessandro Giulivi – Il sindaco di Tarquinia difende come un leone il suo territorio – positivo – su

Antonio Di Maggio  – Il comandante della Municipale capitolina si batte come un leone, i suoi sottoposti sono sotto pressione – un duro – su

Luca Bergamo – L’assessore alla cultura emerge a tratti, dice la sua e poi sparisce – Incostante – giù

Sabrina Alfonsi – il presidente del primo municipio mutua da altre esperienze la “spesa sospesa”. Buona idea –Positiva – su
Veronica Mammi – L’assessore al sociale ce la mette tutta, il problema dei senza tetto è difficilmente gestibile – volonterosa – su
Stefano Parisi – era la promessa della nuova politica, riemerge con il Coronavirus – insufficiente – giù