Il Consiglio Europeo ha dato formalmente il via libera alla concessione a Ucraina e Moldavia di Paesi candidati all’ingresso nell’Ue. Si è dichiarato in maniera positiva anche alla “prospettiva europea” per la Georgia. In un tweet la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha scritto:  “Oggi è un buon giorno per l’Europa. Congratulazioni al Presidente Volodymyr Zelensky, alla presidente Maia Sandu e al primo ministro Irakli Garibashvili. I vostri Paesi fanno parte della nostra famiglia europea. E la storica decisione odierna dei leader lo conferma”. Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, che si è collegato in live alla sala del Consiglio Europeo a Bruxelles dopo il voto positivo allo status di candidato, ha commentato: “E’ un momento unico e storico”.

Di momento storico importante ha parlato anche il presidente del Consiglio Ue Charles Michel in conferenza stampa parlando della decisione dei 27 leader su Ucraina, Moldavia e Georgia.  La presidente moldava Maia Sandu ha scritto su Facebook: “Questo è un giorno storico per la Moldova!”. Inoltre, nelle conclusioni approvate dal consiglio europeo, si legge che “la Russia, usando il cibo come arma nella sua guerra contro l’Ucraina, è l’unica responsabile della crisi di sicurezza alimentare globale che ha provocato. Il Consiglio europeo esorta la Russia a cessare immediatamente di prendere di mira le strutture agricole e di sbloccare il Mar Nero, in particolare il porto di Odessa, in modo da consentire l’export di grano e le operazioni di navigazione commerciale. Il Consiglio europeo sostiene gli sforzi del Segretario generale delle Nazioni Unite a tal fine”.