Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, è intervenuto  in videocollegamento al Summit B20 ed ha detto:”Ora abbiamo somministrato più di 6 miliardi di dosi di vaccini in tutto il mondo. I nostri sforzi congiunti ci hanno aiutato a tenere sotto controllo la pandemia in molti paesi e a darci la speranza che la sua fine sia finalmente in vista. Il Summit di oggi è un’eccellente opportunità di rafforzare i legami tra il pubblico e il privato a un livello multilaterale. Questo è essenziale per assicurare una ripresa robusta, equa e sostenibile dalla pandemia e per affrontare le altre sfide dei nostri tempi, inclusi i cambiamenti climatici. Le imprese e i governi dovrebbero collaborare per affrontare il cambiamento climatico. I paesi del G20 sono responsabili del 75% delle emissioni globali. La presidenza italiana del G20″ lavora per un impegno “collettivo”. Abbiamo bisogno di finanziamenti privati, su larga scala, insieme a maggiori investimenti pubblici, per accelerare la transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio. Le aziende sono esattamente al centro della transizione ecologica. Dovrete cambiare la vostra struttura produttiva, adattarvi alle nuove fonti di energia e i governi sono pronti a supportarvi”. Inoltre, il premier ha evidenziato come sia necessario rafforzare il protezionismo sui prodotti sanitari: “Questo è essenziale per assicurarci di avere gli strumenti per combattere questa pandemia e prevenirne di future. Dobbiamo difendere la libera circolazione dei vaccini e delle materie prime necessarie per produrli”.