Il presidente italiano Sergio Mattarella si reca in Africa per una visita di Stato in Costa d’Avorio, confermando il rinnovato interesse dell’Italia per il continente africano. Questo viaggio rappresenta un segnale politico forte, poiché è la prima volta che un capo di Stato italiano visita il Paese. Successivamente, Mattarella si recherà anche in Ghana.

L’attenzione dell’Italia verso l’Africa è cresciuta negli ultimi anni, in parte grazie al piano Mattei del governo. Questo interesse non è solo di natura politica, ma anche economica, con un focus sulla cooperazione, soprattutto nell’istruzione e nel sostegno alla gioventù.

Costa d’Avorio e Ghana sono considerati punti cruciali nella geopolitica africana, in quanto democrazie con economie dinamiche e aperte. La visita di Mattarella include incontri politici e visite a impianti di aziende italiane, come l’Eni.

Tra i temi affrontati durante la visita ci sono la sicurezza, la protezione delle rotte commerciali marittime e la lotta alla pirateria. In Ghana, il presidente italiano visiterà il Pattugliatore d’altura ‘Bettica’ della Marina Militare italiana, impegnato nel monitoraggio del Golfo di Guinea.

Durante la visita, Mattarella parteciperà a colloqui politici con i leader dei due Paesi e riceverà riconoscimenti prestigiosi, come le chiavi del distretto di Abidjan in Costa d’Avorio. In Ghana, si unirà a un pranzo di Stato e visiterà il Castello di Christiansborg per commemorare le vittime della tratta degli schiavi africani.