Dott Glauco Messina Parla il dr. Glauco Messina, responsabile del Centro. Riapre la Divisione Cure Fisiche di via Emanuele Orlando, a due passi da Piazza della Repubblica. Primo a riprendere l’attività l’ambulatorio di Medicina dello Sport.  I laboratori resteranno aperti anche ad agosto

di Elena Padovan

Il Centro Villa Alba – Divisione Cure Fisiche Roma Centro Storico ha come obiettivo principale la cura dei pazienti, garantendo loro delle prestazioni di alta specializzazione. In piena ondata Covid, la struttura ha continuato ad operare, ma solo per le prestazioni urgenti e sempre rispettando le dovute precauzioni. Ad oggi, in piena fase 2, l’attività sta ripartendo in pieno regime, ma il sensore è che le persone abbiano timore a recarsi in un ambulatorio medico. «Nelle settimane scorse – spiega il responsabile della struttura, il dott. Glauco Messina – in vista della riorganizzazione e programmazione degli appuntamenti, abbiamo contattato tutti i pazienti che avevano fissato una visita da noi, ma un buon 50% non ha confermato. Sicuramente – continua-  oltre al timore di entrare in un ambulatorio, c’è anche il fatto che essendo noi ubicati in centro, a volte i mezzi pubblici sono più comodi, ma in molti non si sentono ancora a loro agio nel prenderli».

C’è chi chiede di attendere a luglio, chi invece preferisce spostare direttamente a settembre. In queste persone, la paura ha il sopravvento su qualsiasi tipo di dispositivo di sicurezza o percorso creato ad hoc. «Come tutte le altre strutture – dice il dott. Messina – anche noi, il giorno precedente alla visita effettuiamo un triage telefonico e il paziente, una volta giunto in struttura, viene sottoposto alla misurazione della temperatura e viene da noi fornito di  mascherina e guanti. Inoltre ad ogni utente viene concesso di arrivare al massimo 15 minuti in anticipo, in modo tale da non farlo incontrare con altri pazienti».

I percorsi erano già separati prima del Covid, ma adesso l’attenzione è ancora più alta. Sicuramente il numero degli appuntamenti al giorno è ridimensionato perché dopo ogni visita l’operatore deve sanificare il locale. Il lavoro è molto e per questo la direzione sta pensando di non chiudere i laboratori a metà agosto e «potremmo limitare la chiusura alla settimana di ferragosto in modo tale da espletare più appuntamenti possibili». Gli stessi locali sono da rivedere e sicuramente le sale d’aspetto subiranno una trasformazione. «Non possiamo pensare – aggiunge il responsabile – a  dei luoghi chiusi con molte persone.  Toglieremo buona parte delle sedute, e gli appuntamenti verranno presi nell’ottica che non si devono creare degli assembramenti». Intanto dall’inizio di giugno riprenderà a lavorare l’ambulatorio di Medicina dello Sport, una specialità che al dott. Messina sta molto a cuore. «Ci tenevo riavviare questo servizio velocemente perché giugno e luglio sono due mesi in cui le visite sportive sono molto richieste. Gli stessi ambulatori – conclude il dott. Messina – saranno  sempre provvisti di divisori pianificabili con tutti tutte le protezioni del caso»