Il segretario di Stato americano, Antony Blinken, si è incontrato con il presidente cinese, Xi Jinping, durante la sua visita in Cina. Durante la riunione, il ministro degli Esteri cinese, Wang Yi, ha dichiarato che la Cina non farà alcun compromesso riguardo a Taiwan. Ha affermato che la Cina non ha spazio per compromessi o concessioni su questo tema e ha esortato gli Stati Uniti ad aderire al principio dell’Unica Cina, rispettando la sovranità e l’integrità territoriale cinese e opponendosi all’indipendenza di Taiwan.

Wang ha detto a Blinken che è necessario fare una scelta tra dialogo e confronto, cooperazione e conflitto. È stato il primo segretario di Stato americano a recarsi in Cina dopo quasi cinque anni. Durante la sua visita, Blinken ha incontrato anche il ministro degli Affari esteri cinese, Qin Gang, con il quale ha avuto colloqui aperti, sostanziali e costruttivi, secondo il Dipartimento di Stato americano.

Si prevede che Blinken possa anche incontrare il presidente cinese, Xi Jinping, prima di una conferenza stampa prevista per la fine della giornata. Wang Yi, in qualità di principale funzionario incaricato delle questioni diplomatiche all’interno del Partito Comunista Cinese, è una figura predominante nella politica estera cinese. La visita di Blinken in Cina assume un’importanza significativa nelle relazioni tra Stati Uniti e Cina.