VITERBO- In occasione della Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro, che quest’anno si svolgerà dal 23 al 27 ottobre, il Servizio Presal (Prevenzione sicurezza degli ambienti di lavoro) della Asl di Viterbo sarà impegnato nella partecipazione a due iniziative dedicate alla sicurezza in agricoltura e alla prevenzione delle cadute dall’alto in edilizia, organizzate in collaborazione con numerosi soggetti istituzionali e sociali del Viterbese.

Nello specifico, lunedì 23 ottobre, presso la sede di Santa Maria in gradi dell’Università degli studi della Tuscia, si svolgerà l’edizione 2023 del Saferty day: un appuntamento ormai annuale organizzato dall’Università della Tuscia – Dipartimento di scienze forestali, nel quale, come da tradizione, vengono coinvolti numerosi soggetti istituzionali e sociali. Oltre a un rapido aggiornamento sui dati di infortuni e sulle malattie professionali, nel corso dell’evento verrà affrontato il tema dell’impatto del cambiamento climatico e verranno messi a confronto i progetti di ricerca in fase di sviluppo e le esperienze di alcune aziende sanitarie locali. Grande spazio sarà dedicato alle nuove tecnologie e al loro impatto sulla salute e sulla sicurezza in agricoltura.

Giovedì 26 ottobre, presso l’Auditorium di Unindustria, in via Faul, si svolgerà inoltre La giornata sulla sicurezza in edilizia dedicata alla prevenzione delle cadute dall’alto. Nel corso dei lavori, verrà proposta una scheda di autovalutazione che le imprese potranno utilizzare come strumento di analisi della propria organizzazione in funzione del rischio specifico. La scheda ha l’obiettivo di orientare le imprese nella costruzione del proprio sistema di gestione della sicurezza. Su questo argomento verterà la tavola rotonda con il confronto tra Enti e parti sociali, mirato in particolare a evidenziare le difficoltà delle piccole e microimprese.

La Settimana europea per la sicurezza e la salute sul lavoro rappresenta il punto culminante di ogni campagna “Ambienti di lavoro sani e scuri”. Con centinaia di eventi di sensibilizzazione realizzati in tutta l’UE e non solo, e un’intensificazione della copertura mediatica, è un’opportunità preziosa di informazione e sensibilizzazione.