VITERBO- Il sindaco di Viterbo, Giovanni Maria Arena ha azzerato la giunta e si è dimesso da sindaco di Viterbo. La decisione sarebbe arrivata dopo aver saputo che Fratelli d’Italia, Lega e parte dell’opposizione avrebbero raccolto le firme per chiedere la sfiducia. Il primo cittadino avrebbe così anticipato la loro mossa, confermando quello che già era stato anticipato da lui stesso in mattinata.

A confermare la scelta anche i social dello stesso Arena, dove non compare più la parola “sindaco” ma, semplicemente, il suo nome. Dopo aver consegnato le dimissioni, il sindaco avrà comunque 20 giorni di tempo per ripensarci, anche se, dai corridoi di Palazzo dei Priori si dice che i partiti sia tutti sul piede di guerra. Conseguentemente, con la giunta Arena azzerata, la città di Viterbo si avvia verso una nuova tornata elettorale. Le dimissioni del sindaco Arena non sono di certo passate inosservate tra le fila dell’opposizione. Tra i primi commenti arriva anche quello di Chiara Frontini, leader di Viterbo2020 e sfidante ufficiale del primo cittadino viterbese alle ultime elezioni, perse per pochi voti.

“Stavolta il tramonto è quello che sembra essere giunto su una brutta pagina della storia amministrativa di questa città – scrive Frontini – Una pagina da girare e dimenticare, per riprendere a scrivere il futuro in una veste nuova”.

Il suo commento non manca di punzecchiare tutta la squadra della maggioranza: “Non serve attaccare gli uomini, soprattutto quando sconfitti, ma i risultati che questo sistema di gestione del potere ha portato sono sotto gli occhi di tutti. C’è bisogno di concretezza, coesione, chiarezza e visione. Noi daremo ogni goccia di energia, senza risparmiarci, con la determinazione che ci ha contraddistinto in questi 10 anni”.