È in arrivo la cassa integrazione per affrontare eventi climatici eccezionali, incluse le ondate di calore straordinarie. Questo è quanto prevede un emendamento presentato dai relatori Luca De Carlo (FdI) e Giorgio Maria Bergesio (Lega) al decreto agricoltura, depositato presso la commissione Industria del Senato.27

La proposta introduce due nuovi ammortizzatori sociali, uno dei quali specifico per gli operai agricoli a tempo indeterminato. L’emendamento permette di richiedere la cassa integrazione senza considerarla nel conteggio complessivo normalmente previsto. Questo significa un periodo aggiuntivo oltre alle 52 settimane del biennio mobile per la Cassa integrazione ordinaria (Cigo) e ai 90 giorni nell’anno solare per la Cassa integrazione per gli operai agricoli a tempo indeterminato (Cisoa). L’intervento, come si legge nella proposta, è attuato “nelle more della definizione di nuove misure emergenziali”.

Per i lavoratori agricoli, l’integrazione salariale sarà disponibile dalla data di entrata in vigore del decreto fino al 31 dicembre 2024, con uno stanziamento di 2 milioni di euro per quest’anno. Per gli altri lavoratori, l’ammortizzatore sarà disponibile dal primo luglio 2024 al 31 dicembre 2024, con uno stanziamento di 11 milioni di euro.