L’Unhcr ha confermato che 15 migranti sono annegati nel naufragio di cui ha dato notizia Alarm Phone: “Recuperati i corpi di 15 persone quando 2 imbarcazioni sono arrivate questa sera alla base navale di Tripoli”, ha scritto  la branca libica dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati su Twitter.

L’Unhcr aggiunge che i migranti “erano partiti da Zuara e Al Khoms la notte prima”. Secondo il più recente bollettino pubblicato ieri dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni (Oim), sulla “rotta mediterranea centrale”, quella che dalla Libia porta all’Italia, quest’anno sono stati contati 474 morti e 689 dispersi a fronte dei 381 decessi e 597 persone scomparse dell’intero 2020. I migranti riportati in Libia fino al 9 ottobre sono stati 26.314.