di WANDA CHERUBINI

VITERBO- E’ stato inaugurato questo pomeriggio alle ore 15, in via Santa Giacinta Marescotti, lo sportello per i disabili della Cisl, alla presenza del segretario generale della Cisl di Viterbo, Fortunato Mannino, dei segretari Stefania Gunnella, Aldo Pascucci e Stefano Brunori e di Fabio Barzellotti, referente del sindacato per la disabilità. Sarà proprio lui a prestare gratuitamente il suo tempo, stando allo sportello ogni martedì nel pomeriggio, dalle ore 15 fino a sera, a partire da dopo le feste. Al momento sono già 50 le domande che il sindacato ha raccolto e che spaziano da quelle per la disabilità, al pagamento delle bollette, richieste 104, domande per carrozzine elettriche. Stefania Gunnella ha affermato: “Fabio nel suo tempo libero sarà presente in questo sportello per costruire una rete e per dare dei servizi che possono essere di ascolto, informazione pertinente, trovare soluzioni attraverso l’inserimento in un determinato servizio per coloro che hanno difficoltà e che hanno diritto non solo all’ascolto, ma anche a migliorare la qualità della propria vita, avendo tutte le informazioni necessarie”. Aldo Pascucci ha subito accettato la proposta e trovare questo locale adatto. Avrai la massima disponibilità”.

Stefano Brunori ha aggiunto: “L’aspetto normativo sulla disabilità è un aspetto normativo chiaro che però molte volte gli enti pubblici disattendo. E’ importante, quindi, un’informazione diretta che possa dare un’informazione di base, offrire risposte immediate, trovare una soluzione ed incidere a far rispettare quelle normative già presenti che purtroppo molte volte non sono rispettate per mancanza di fondi e anche di strategia. C’è un obbligo di legge che è quello del piano abbattimento delle barriere architettoniche e ci sono fondi specifici”.

Fabio Barzellotti ha spiegato come lo sportello nasca per integrare tutte le associazioni, perché ci sono mille disabilità. “Il Comune di Viterbo dà ad esempio 400 euro, ma i disabili di Viterbo non ne sono a conoscenza – ha detto- Lo sportello darà un’informazione giusta a tutte le persone. Questo sportello è rivolto a tutte le associazioni perchè è l’unione che fa la forza. Alla Asl di Viterbo ad esempio non c’è un traduttore Lis. Se si crea una rete questa potrebbe essere interessante per tutte le persone con disabilità, che rappresentano una parte importante della popolazione”.

Fortunato Mannino ha evidenziato: “La rete va creata e noi ce la mettiamo tutta. Con questo sportello ora partiamo con l’apertura di una volta a settimana. Poi, in base all’utenza ed alle richieste, vedremo se servirà tenerlo aperto anche più di una volta a settimana”. Ha, quindi, affermato: “Chiediamo che ci sia un occhio di riguardo nel recupero dei centri storici con l’abbattimento delle barriere architettoniche. I comuni hanno la titolarità dei progetti del Pnrr, quindi, oggi vorremmo chiedere questa attenzione”. Ha poi annunciato che come fatto già con il Comune di Viterbo, insieme alla Cgil ed alla Uil, i tre sindacati chiederanno al presidente della Provincia Romoli di sottoscrivere lo stesso protocollo firmato con il Comune, sia per capire come vengono gestiti i fondi del Pnrr, che per avere attenzione alla qualità della vita del territorio, partendo proprio dall’abbattimento delle barriere architettoniche.

La responsabile dei servizi, Federica, ha illustrato i servizi che come Caf il sindacato mette a disposizione e che sono gratuiti: elaborazione modello Isee e dei vari modelli che l’Inps richiede, i modelli relativi all’invalidità civile. Inoltre, il Caf mette a disposizione pratiche per modelli 730, Ici, Imu ed altri servizi che non sono gratuiti, ma che saranno scontati per gli associati.