Italian entrepreneur and sports executive Aldo Spinelli, circa 1993

Nell’ambito dell’indagine per corruzione che coinvolge il governatore Giovanni Toti, il suo capo di Gabinetto Matteo Cozzani e l’imprenditore Aldo Spinelli, il giorno è stato dedicato alle difese degli imprenditori coinvolti. Aldo Spinelli, insieme al figlio Roberto e a Francesco Moncada, ex consigliere di amministrazione di Esselunga, ha affrontato l’interrogatorio davanti al gip Paola Faggioni.

Spinelli ha risposto al giudice per circa un’ora, affermando di non essere preoccupato e di ritenere di meritare la libertà. Il suo legale ha dichiarato che Spinelli si è difeso sostenendo di agire sempre nell’interesse del porto e della città, e che i finanziamenti erano regolari.

Il figlio Roberto, invece, ha ribadito di non essere d’accordo con il padre riguardo alla gestione imprenditoriale di versare soldi alla politica, attribuendo le responsabilità al padre.

Francesco Moncada si è dichiarato innocente, sottolineando di aver sempre agito nel rispetto della legalità e della trasparenza, e negando di aver aderito a patti illeciti.

Matteo Cozzani, accusato anche di favorire alcune cosche di Cosa nostra, ha negato le accuse. Anche Toti ha negato gli addebiti, ma il suo interrogatorio davanti ai pm è atteso nei prossimi giorni. L’indagine ha rivelato altri potenziali filoni, tra cui interessi sulla sanità privata e sul Covid.