L’inflazione in Italia continua a mostrare un rallentamento, con un tasso del +5,9% a luglio rispetto al +6,4% registrato a giugno. Questo dato è migliore rispetto alla stima preliminare del 6% e rappresenta un’ulteriore indicazione di moderazione delle pressioni inflazionistiche.

L’Istituto Nazionale di Statistica (Istat) ha comunicato che anche l’inflazione di fondo ha subito un rallentamento, stabilendosi al +5,2% a luglio. Parallelamente, per il quinto mese consecutivo, si osserva un attenuamento nella dinamica tendenziale del “carrello della spesa”, che è scesa al +10,2% nel mese di luglio.

Questi dati indicano una tendenza verso un graduale rallentamento dell’inflazione, fornendo una prospettiva più positiva per il quadro economico e la stabilità dei prezzi in Italia.