Secondo le stime preliminari dell’Istat, il tasso di inflazione in Italia è rimasto stabile a maggio allo 0,8%, con un aumento dei prezzi su base mensile dello 0,2%. L’indice IPCA, che misura l’inflazione armonizzata secondo i parametri dell’UE, ha registrato un +0,8%, rallentando rispetto al +0,9% del mese precedente.

L’Italia ha così ottenuto la terza inflazione più bassa nell’Eurozona. Ad aprile, tra i venti Paesi dell’area euro, solo Lettonia (0,2%) e Finlandia (0,5%) hanno registrato tassi inferiori. Anche la Lituania ha registrato lo stesso tasso dell’Italia allo 0,8%. In Germania, l’inflazione è risalita al 2,8% dal 2,4% di aprile.

La media calcolata da Eurostat è aumentata al 2,6% rispetto al 2,4% di aprile.