Durante la sua partecipazione al programma televisivo “Che tempo che fa” condotto da Fabio Fazio, la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha elogiato l’Italia per il suo progresso nell’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr), affermando che il paese ha già utilizzato oltre la metà dei fondi stanziati.

Von der Leyen ha sottolineato l’importanza di un impegno maggiore nell’ambito della difesa, affermando che l’Unione Europea deve essere pronta a proteggere se stessa. Pur riconoscendo il valore della NATO, ha enfatizzato la necessità di maggiori investimenti nella difesa comune europea per garantire la pace e prevenire conflitti.

Inoltre, la presidente della Commissione ha evidenziato l’influenza della Cina sulla Russia, in particolare sulla sua retorica nucleare. Ha dichiarato di aver discusso con il presidente cinese Xi Jinping la responsabilità della Cina nel moderare il comportamento del presidente russo Vladimir Putin. Von der Leyen ha sottolineato l’importanza di misurare l’utilizzo di tale influenza da parte della Cina nel promuovere la stabilità e la sicurezza regionale.

Queste dichiarazioni rivelano la volontà dell’Unione Europea di consolidare la sua posizione nella sicurezza internazionale, sia attraverso l’implementazione di politiche di difesa comuni che attraverso il coinvolgimento diplomatico con potenze esterne come la Cina, al fine di influenzare comportamenti strategici cruciali per la stabilità globale.