I presidenti americano Joe Biden ed il cinese Xi Jinping si sono incontrati oggi nel bilaterale a Bali. Il colloquio è durato poco meno di tre ore. I due leader hanno concordato sul fatto che non si debbano usare le armi nucleari in Ucraina ed hanno aggiunto: “Sosteniamo e attendiamo impazienti la ripresa dei colloqui di pace tra Russia e Ucraina e auspichiamo anche che Usa, Nato e Ue dialoghino con la Russia”. Manca però l’intesa su Taiwan: chiunque cerchi di dividere l’isola dalla Cina “violerà gli interessi fondamentali della nazione cinese: il suo popolo non lascerà assolutamente che ciò accada”.

“Come leader delle principali economie del mondo, dobbiamo gestire la competizione dei due nostri Paesi – ha detto detto il presidente Usa Joe Biden a Xi Jinping, anche se Washington continuerà a competere con Pechino vigorosamente”. E’ un piacere incontrarti”-  ha affermato Biden, che ha poi detto che non di deve essere nessuna nuova guerra fredda con la Cina. Il presidente Xi Jinping a Biden, ha affermato: “E’ un piacere rivederti dall’ultima volta avvenuta nel 2017”.

Gli Usa hanno ribadito la loro opposizione ad azioni “aggressive e coercitive” da parte di Pechino, constatando che “La politica Usa dell’unica Cina non è cambiata”. Washington ha anche chiesto al presidente cinese Xi Jinping di incoraggiare la Corea del Nord ad agire “in modo responsabile. I successi di Cina e Stati Uniti – ha affermato il presidente Xi Jinping nel summit con l’omologo Usa Joe Biden – sono opportunità, non sfide, l’uno per l’altro. Il mondo è abbastanza grande perché i due Paesi possano svilupparsi e prosperare insieme”.