Le messe di Natale si svolgeranno nella piena osservanza delle norme anti-Covid. Lo ha
detto il pro-presidente della Cei, monsignore Mario Meini, sottolineando che le liturgie e gli
incontri comunitari sono soggetti a una cura particolare e alla prudenza, ciò non deve
scoraggiarci. In questi mesi è apparso chiaro come sia possibile celebrare in condizioni di
sicurezza. Siamo certi che sarà così anche nella prossima solennità del Natale. Meini ha poi
aggiunto che i tempi di Avvento e Natale costituiscono un’occasione favorevole per
trovare spazi di preghiera, capaci di sostenere e dare senso alla vita quotidiana. Preghiera
individuale e comunitaria, comunque intensa, eventualmente anche utilizzando alcune
possibilità offerte dalle tecnologie digitali. Il vescovo ha inoltre ricordato che, nonostante i
dati della pandemia di coronavirus siano in miglioramento, non devono venir meno la
responsabilità e la prudenza, anzi dobbiamo rinnovare l’impegno verso il valore unico
dell’amore, come ci ricorda Papa Francesco nell’Enciclica Fratelli tutti. “I cristiani – ha poi
concluso – sono chiamati, insieme a tutti i cittadini, a fare la propria parte: sul piano sanitario rispettando tutte le norme precauzionali anti-contagio; nell’ambito professionale compiendo il proprio dovere; nella sfera personale attendendo responsabilmente ai compiti che spettano a ogni membro della società”.