La Corte dei Conti ha pubblicato la sua relazione di avvio dell’attività di controllo sul Piano nazionale di Ripresa e Resilienza ed ha spiegato che l’attuazione del Pnrr “sta procedendo senza particolari ritardi” ed  è “in linea coi tempi ma la sfida è complessa”.

La Corte dei Conti ritiene che nell’attuazione delle misure previste dal Pnrr sia “da non trascurarsi” il fatto “che la forte crescita delle somme previste da PNRR e PNC si innesta su una spesa in conto capitale fortemente aumentata nella fase pandemica”.  Nella relazione si  sottolinea anche che “nel bilancio 2022-24 gli stanziamenti restano elevati (85 miliardi nel 2022, per stabilizzarsi tra i 79-80 nel biennio successivo). A tali importi si dovrebbero aggiungere quelli ulteriori attivati con nuovi investimenti dai Piani (22,4 miliardi nel 2022 e rispettivamente 30 e 37 nel biennio successivo)”. Si tratta quindi, secondo la Corte, di “uno sforzo realizzativo notevole, soprattutto perché legato ad una programmazione di risultato molto “vincolata””.