SU/

FRITTELLI-D’INNOCENZO-DONETTI
GIU’/

SANTONOCITO-RIPA DI MEANA-
CAVALLI

Sono in evidente difficoltà i direttori generali delle Asl e dei grandi ospedali di Roma. Costretti ad applicare in tutta fretta una serie di misure e provvedimenti  per assecondare la nuova strategia del governo. Hanno messo sul chi vive le strutture ospedaliere, predisponendo tutto il possibile per far fronte a un possibile peggioramento della situazione epidemiologica, ora devono aprire altri fronti, quelli dei controlli in un contesto tutt’altro che sereno. E per di più con alle porte delle delicatissime elezioni che non  permettono errori o passi falsi. La patata bollente della Green Pass è un problema per tutti.  Daniele Donetti (Asl Viterbo), Marinella d’Innocenzo (Asl Rieti), Tiziana Frittelli (San Giovanni Addolorata) si stanno adoperando molto anche per un ritorno alla normalità dell’intero sistema. Giorgio Santonocito (Asl Roma 5) e Silvia Cavalli (Asl Latina) arrancano parecchio, condizionati da situazioni ambientali e politiche, altri navigano sotto costa per evitare scivoloni. Nei grandi ospedali non tira una buona aria, il problema delle ferie è una bomba ad orologeria, e il vertice della Regione in questo momento non consente pause a nessuno. Qualche contratto in scadenza in effetti c’è.