La Nato esprime profonda preoccupazione per le recenti attività ibride della Russia, che includono disinformazione, sabotaggio, violenza, e interferenze informatiche ed elettroniche, rilevate in diversi paesi europei tra cui Estonia, Germania, Lettonia, Lituania, Polonia, Regno Unito e Repubblica Ceca. Tali azioni sono considerate una minaccia per la sicurezza degli alleati. La Nato si impegna a coordinare strettamente le risposte individuali e collettive degli Stati membri per contrastare queste attività, rafforzando la resilienza e adottando misure per dissuadere e difendersi da attacchi ibridi russi. Si esorta la Russia a rispettare i suoi obblighi internazionali e si ribadisce il sostegno all’Ucraina nonostante le azioni russe.