La presidente ungherese Katalin Novak ha annunciato le sue dimissioni in seguito alla controversia generata dalla sua decisione di concedere la grazia a un condannato per reati sessuali su minori. In un discorso ufficiale, Novak ha riconosciuto l’errore e si è scusata con coloro che ha ferito, sottolineando il suo impegno per la protezione dei bambini e delle famiglie.

La polemica è scoppiata dopo che Novak aveva concesso la grazia nell’aprile 2023 a un ex vicedirettore di un istituto per minori, condannato nel 2022 per aver coperto le azioni del suo superiore. Questa decisione, resa nota da un sito web investigativo la scorsa settimana, ha scatenato richieste di dimissioni da parte dell’opposizione e ha provocato l’indignazione nel Paese.

Pochi minuti dopo l’annuncio di Novak, un’altra alleata di Viktor Orban, Judit Varga, ha dichiarato il suo “ritiro dalla vita pubblica” per aver approvato la decisione come ministro della Giustizia. Varga ha rinunciato anche al suo mandato di deputato e di capo lista al Parlamento europeo.