VITERBO – La procura di Viterbo ha concluso le indagini sulle presunte minacce a carico della sindaca Chiara Frontini e del marito Fabio Cavini. I pm Massimiliano Siddi e Chiara Capezzuto hanno depositato ieri la richiesta di giudizio immediato per i due indagati. Ora spetterà pronunciarsi sulla richiesta al giudice per le indagini preliminari, Rita Cialoni. L’accusa è di minaccia a corpo politico in concorso, in base all’articolo 338 del codice penale. Le indagini sono partite dalla denuncia dell’ex consigliere di maggioranza Marco Bruzziches, ora all’opposizione, dopo una cena il 26 settembre, alla quale erano presenti anche Bruzziches, la sindaca e i rispettivi coniugi. Bruzziches ha fornito alla procura una registrazione della serata, che ha dato avvio all’inchiesta, durante la quale sia Frontini che Cavini hanno presentato memorie difensive.