epa07692023 Russian President Vladimir Putin attends the 2nd International Forum 'Development of Parliamentarism' in Moscow, Russia, 03 July 2019. The forum takes place from 01 to 03 July in Moscow. EPA/EVGENIA NOVOZHENINA / POOL

Il giorno successivo alla chiusura della conferenza di pace a Lucerna, la Russia ha ribadito le sue condizioni all’Ucraina per il cessate il fuoco. Nel frattempo, il presidente Vladimir Putin si prepara per una visita di due giorni a Pyongyang, dove incontrerà il leader nordcoreano Kim Jong-un e potrebbe firmare un trattato per una “partnership strategica” bilaterale. Tuttavia, il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, ha puntato il dito anche contro la Cina, affermando che “l’Occidente deve far pagare alla Cina l’aiuto alla Russia”. Stoltenberg ha discusso anche la possibilità di mettere in stand-by alcune testate nucleari del Patto atlantico, suscitando allarmi a Mosca. La conferenza ha ribadito che è “impossibile risolvere il problema ucraino senza la Russia”. Nel frattempo, Putin continua la riorganizzazione del ministero della Difesa, ma i media dell’opposizione denunciano un caso di nepotismo tra i nuovi vice ministri nominati.