L’Australia ha riaperto i suoi confini dopo quasi 600 giorni di chiusura causa Covid, e all’aeroporto di Sydney molti amici e familiari hanno potuto riabbracciarsi per la prima volta da 19 mesi a questa parte.

Il 20 marzo 2020 il continente aveva disposto una delle chiusure delle frontiere più severe al mondo per proteggersi dalla pandemia di Covid-19.

Decine di migliaia di australiani che vivono all’estero non sono stati in grado di tornare in patria per oltre un anno e mezzo con pochissime eccezioni.
Le due più grandi città del paese, Sydney e Melbourne, hanno deciso di allentare quelle misure e di consentire agli australiani completamente vaccinati di viaggiare senza obbligo di quarantena.
“È un grande giorno per l’Australia – ha commentato da parte sua il primo ministro Scott Morrison su un messaggio su Facebook-  Il Paese è ora pronto a decollare!”.