ROMA – La sede LAV di Roma commenta positivamente la nuova ordinanza del Sindaco Gualtieri che, accogliendo la sua richiesta, proibisce l’esplosione di botti dal 31 dicembre 2022 al 6 gennaio 2023.

“Va assolutamente evitato un altro inferno di fuoco terrorizzante per gli animali familiari e selvatici della capitale – commenta la responsabile LAV Roma Anna L. Cavalli – chiediamo che stavolta vengano effettuati controlli sul territorio ad opera della Polizia Locale di Roma Capitale, finora quasi del tutto assenti, e che per la prima volta l’Amministrazione comunale renda noti i dati relativi al numero e all’entità delle sanzioni elevate nei confronti dei trasgressori.

Auspichiamo anche una campagna informativa annuale ogni mese di dicembre in attesa di una Legge nazionale di divieto definitivo dei botti in tutti i comuni italiani”.

“Rinnoviamo inoltre al Sindaco la nostra richiesta di varare una proposta di apposito Regolamento Comunale attraverso delibera di Giunta e quindi voto in Assemblea Capitolina in modo da rendere solida e duratura simile importante disposizione e metterla al riparo da ricorsi al TAR”.

Per LAV questo importante risultato potrebbe essere conseguito in breve tempo in presenza di una chiara volontà politica.