La Fabbrica di San Pietro ha introdotto nuovi requisiti per l’assunzione del personale, secondo quanto riportato dal Messaggero. Tra questi requisiti figurano la professione di fede cattolica, il rispetto dei principi morali e civili della Chiesa, e per i coniugati, un certificato di matrimonio canonico. Inoltre, è richiesto un attestato di impegno religioso, morale e civile rilasciato dal rispettivo Parroco o altra autorità religiosa.

Il nuovo regolamento stabilisce che i candidati non devono avere tatuaggi visibili né piercing. Il personale è inoltre tenuto a osservare rigorosamente il segreto d’ufficio e la riservatezza. Al momento dell’assunzione, i dipendenti devono fare una Professione di Fede e prestare un Giuramento di fedeltà e di osservanza del segreto d’ufficio.

I dipendenti della Fabbrica di San Pietro devono mantenere una condotta esemplare, sia nella vita privata che familiare, conforme alla dottrina della Chiesa. Sono proibiti tatuaggi visibili e piercing, e i dipendenti non possono divulgare informazioni riservate apprese durante il lavoro, né asportare documenti o utilizzare indebitamente timbri e carta intestata d’ufficio.