Matteo Salvini, leader della Lega, replica  al suo vice Giancarlo Giorgetti, smontando il sostegno a Carlo Calenda,  il candidato sindaco che potrebbe vincere a Roma se intercettasse i voti della destra in uscita, secondo i pronostici del ministro leghista dello Sviluppo economico. Salvini ricorda che è Enrico Michetti il nome scelto dalla coalizione per il Campidoglio.

“Ha la competenza per ripartire dalle periferie, e non dai salotti di Calenda” – spiega Salvini. Nel partito  si consumano ormai prove tecniche di scontro, in attesa della resa dei conti, che potrebbe arrivare con il test delle amministrative di domenica e lunedì. Inoltre, la Lega deve pure fare i conti con il caso di Luca Morisi, il responsabile della campagna social della Lega indagato per detenzione e cessione di droga.