Si parla molto di quanto sia importante la giusta postura per evitare problemi articolari e muscolari, sia quando si mantiene una posizione eretta che da seduti. Il problema si pone soprattutto per le persone che, a causa di un lavoro sedentario, svolgono gran parte della loro giornata davanti a un computer o comunque seduti a una scrivania, obbligando la schiena a mantenere per diverse ore una postura non naturale. In questi casi il rischio di andare incontro a mal di schiena lombare, dolori muscolari e cervicali è ancora più elevato.

Ci sono alcuni consigli che possono rivelarsi utili per evitare di mantenere una postura scorretta, soprattutto quando si svolge un lavoro sedentario, e uno di questi è certamente l’uso di una buona sedia ergonomica capace di seguire la curvatura fisiologica della schiena, come quelle presenti su archimedeshop.com. Una postura corretta, infatti, si otterrà sempre mantenendo il giusto equilibrio tra i muscoli anteriori e posteriori del corpo, cercando di mantenere il più possibile la schiena nella sua curvatura fisiologica. Cerchiamo di capirne di più sull’importanza di una giusta postura, soprattutto quando si svolge un lavoro sedentario.

Piccoli accorgimenti per mantenere una corretta postura

Ribadita l’importanza dell’uso di una sedia ergonomica nel caso in cui si svolge un lavoro davanti a una scrivania, o comunque si passa molto tempo seduti per lavoro o studio, vanno considerati alcuni suggerimenti utili che consentono di non affaticare la schiena con una postura scorretta: in primis è consigliabile impostare un timer ogni tot di tempo (ad esempio ogni due ore), in modo compatibile con i propri impegni, per alzarci e mantenere la postura eretta per qualche minuto, con la schiena e le spalle dritte. In questo modo le curve della colonna vertebrale si riportano al loro naturale allineamento.

Chi lavora al computer, inoltre, in aggiunta all’uso di una sedia ergonomica dovrebbe cercare di mantenere il piano di lavoro perfettamente allineato all’altezza dei gomiti, in modo tale da lasciare le spalle rilassate. L’importanza della giusta postura si comprende laddove si pensi che la maggioranza delle persone che soffrono di problemi articolari, muscolari e dei tendini, svolgono dei lavori sedentari che li costringono molte ore davanti a una scrivania. La postura influisce infatti su ogni funzione fisiologica dell’organismo, dalla respirazione alla normale produzione ormonale. Quando si mantiene troppo a lungo una postura sbagliata, la pressione esercitata sulla schiena aumenta a dismisura, provocando dolore, emicrania e senso di affaticamento.

La postura incide anche sulle funzioni vitali dell’organismo, compresa la respirazione, la digestione e il benessere dei legamenti: tenere una postura cattiva per troppo tempo, tipica delle persone che lavorano al computer senza utilizzare una sedia ergonomica, provoca l’irrigidimento dei muscoli, portando fastidi come tensione al collo, alla schiena e alle spalle. I dati al riguardo parlano chiaro: più dell’85% dei problemi al collo e alla schiena derivano da muscoli tesi o doloranti, provocati da una postura scorretta prolungata.