L’ex premier italiano Mario Monti lavorerà per l’Oms, l’Organizzazione mondiale della sanità. L’ufficio europeo dell’Oms ha intenzione di formare una commissione regionale per ripensare le priorità dei sistemi sanitari alla luce della pandemia da coronavirus. E sarà presieduta dall’ex presidente del Consiglio ed ex commissario europeo.

In pratica si tratterà di un comitato indipendente per studiare gli effetti della pandemia. Il coronavirus ha creato una grande crisi a livello globale e per questo fra le priorità ci sarà quella di rivedere le priorità economiche e sociali. La commissione guidata da Monti “trarrà lezioni da come i diversi sistemi sanitari dei Paesi hanno risposto alla pandemia e preparerà una serie di raccomandazioni e riforme per migliorare la resilienza dei sistemi stessi – spiega Oms Europa -. Cercherà anche di costruire un consenso attorno a queste raccomandazioni, per elevarle a  priorità politiche e sociali, riconosciute come critiche per avere tanto un approccio sostenibile quanto una coesione sociale”.