Il Consiglio dei ministri ha approvato il nuovo decreto contro i rincari delle bollette di luce e gas. Via libera anche alla misura per garantire liquidità alle imprese che effettuano stoccaggio di gas naturale, e al contributo per le aziende che importano gas naturale sul mercato italiano. Il nuovo intervento del governo ammonta a 3,27 miliardi di euro. Azzerati gli oneri generali di sistema nel settore elettrico per il terzo trimestre 2022, stessa cosa per il gas, con la riduzione dell’Iva confermata al 5%. Inoltre, le imprese che importano gas in Italia dovranno versare un contributo che verrà a sua volta versato  alla Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA). Viene inoltre previsto che l’obolo venga reso in caso di perdita. Soddisfazione è stata espressa dalla ministra della Famiglia Elena Bonetti che ha commentato: “Abbiamo prorogato le misure a sostegno di imprese e famiglie, un’ulteriore conferma dell’impegno del governo. A breve ci sarà un nuovo provvedimento per il taglio dei prezzi del carburante. Ci sarà un provvedimento ad hoc da parte dei ministeri competenti”.