CAMPIONATI DA CHIUDERE ENTRO L’ESTATE (VIRUS PERMETTENDO). L’ANNUNCIO È ARRIVATO POCHI MINUTI FA DALLA FEDERAZIONE DI CALCIO NORVEGESE, DOPO IL CONFRONTO CON I VERTICI DELLA UEFA. “SI GIOCHERÀ DALL’11 GIUGNO ALL’11 LUGLIO – ANCHE LE COPPE EUROPEE DOVREBBERO CHIUDERSI INSIEME AI TORNEI NAZIONALI. PRONTE DUE COMMISSIONI: UNA FINANZIARIA E UNA SUI NUOVI CALENDARI

ceferin

Non c’erano molte alternative, sta ormai prevalendo la soluzione più “semplice” o comunque meno problematica. Spostamento dell’Euro a giugno 2021, campionati (e si spera coppe) da concludere entro l’estate. Per l’ok definitivo, comunque, la procedura prevede che si vada al voto.

 

UEFA E STAKEHOLDERS — Una visione condivisa in Europa, da mettere però in pratica con la “collaborazione” del maledetto virus: nessuno può infatti ipotecare il futuro, e si potrà tornare a giocare quando le condizioni sanitarie miglioreranno. La speranza è che la data sia i primi di maggio, ma non è possibile ora impegnarsi su un calendario definitivo. Intanto, si lavora su varie ipotesi per la ripresa: la più ottimistica vede la “ripartenza” il 14 aprile, la più pessimistica a inizio giugno (con fine della stagione a luglio inoltrato).

 

aleksander ceferinALEKSANDER CEFERIN

DUE COMMISSIONI — Uefa, federazioni, leghe, club e calciatori – gli incontri video tra gli stakeholders intanto proseguono con Nyon campo centrale – sono d’accordo sull’obiettivo di finire le competizioni per club, non rimandabili, posticipando l’Europeo che è quadriennale e può essere recuperato con minori perdite. Ma le perdite saranno inevitabili. Per cui saranno create due commissioni, una delle quali si occuperà delle conseguenze finanziarie dell’effetto virus e l’altra di organizzare più ipotesi di calendario.

ceferinCEFERIN

 

RATIFICA — Nel pomeriggio l’Esecutivo si limiterà a ratificare le decisioni d’urgenza prese dall’assemblea delle 55 federazioni e da tutti i soggetti del calcio